Archivio tag: RISPOSTE INTERROGAZIONI

Notizie dal Consiglio del 23.06.2015

La variante n. 1 al Regolamento Urbanistico interviene molto limitatamente ad aggiornare, come dovrebbe essere, alcune impostazioni di fatto superate anche solo per effetto del tempo trascorso dalla prima formulazione. Il resto è un piano poco organico e con una visione molto limitata ad alcune piccole urgenze con la realizzazione di qualcosa che minimamente risponderà alle mutate esigenze dei cittadini e dei turisti pientini ma non darà respiro e prospettiva al futuro di Pienza e del suo territorio. Lo diciamo perché non si parla di urbanistica e paesaggio da soli, serve di inquadrare queste politiche in un contesto più ampio e la momentanea gestione in convenzione con il comune di Montepulciano di questi servizi fondamentali contribuirà forse ad avvicinarsi sempre più alla valdichiana e non a ricercare politiche univoche con gli altri territori del sito UNESCO riconosciuto in val D’orcia.
L’attenzione dei consiglieri di minoranza si é anche posata sulle risposte alle deduzioni dei cittadiniper vigilare sulle particolarità di alcune che fanno intendere successivi passaggi per “risolvere” tutti i problemi proposti. Saremo attenti anche in futuro perché non si vada a snaturare il principio fondante di un piano urbanistico che deve ragionare nel lungo periodo e prevedere tutele al patrimonio di tutti contro speculazioni e interessi personali.
Per la gestione dei servizi quali asilo nido e campi solari estivi si é ribadita la necessaria attenzione a vigilare sulle procedure di assegnazione e le competenze di coloro cui affidiamo compiti molto sensibili di vicinanza ai nostri bambini. Per le altre procedure poste in essere ancora non si sono concretizzate e quindi ci riserveremo di vigilare sulla loro attuazione.
Le interrogazioni proposte hanno ottenuto degli interventi sul decoro dell’area giochi di via dell’aia ed una risoluzione per l’urbanizzazione di via della salle, sulla quale resterà accesa l’attenzione per la ripartenza di un cantiere. Sebbene sia stata oggetto di polemiche sterili ribadiamo l’auspicio che sia vicina alla conclusione la vicenda della variante che consentirà la realizzazione di un’opera che da tanto Pienza aspetta e che consentirà di evitare al traffico pesante un passaggio troppo vicino al centro storico. Sulle priorità da dare alle opere pubbliche previste dal piano triennale abbiamo ribadito che secondo noi vengono anteposti interventi meno urgenti ad altri più sentiti dai cittadini. Continueremo a segnalare gli scostamenti dai proclami elettorali e lo sbilanciamento verso il centro con poca attenzione alle aree periferiche e di campagna che ci sembra caratterizzi ancora questa amministrazione.

NOTIZIE DAL CONSIGLIO COMUNALE 1.2014

In risposta alle interrogazioni (vedi pagina relativa) presentate dalla minoranza gli amministratori hanno risposto avviando procedure e iniziative la cui efficacia sarà da noi monitorata e riferita.

Soprattutto per quanto riguarda una derattizzazione straordinaria messa in agenda e l’attivazione della procedura di concerto con Asl e Provincia per il problema dei piccioni.

Anche per l’annoso problema del periodo invernale rispetto alle chiusure degli esercizi commerciali l’amministrazione dovrebbe incontrare gli esercenti entro la metà di ottobre.

Ribadire la priorità da dare agli interventi nelle scuole non è inutile se mantiene l’attenzione su ogni bando o possibile accesso a fondi da utilizzare a questo fine.

Per questo e per gli altri argomenti ancora da affrontare e risolvere saremo attenti alle iniziative che verranno prese perché la sicurezza dei cittadini e l’immagine, oltre alla qualità della vita, di Pienza e Monticchiello sono la nostra priorità.

In sintesi due argomenti affrontati in maniera “controversa”.

– L’ordine del giorno sul contributo di bonifica (“tassa dei fossi”) è a parere nostro una azione insufficiente per una maggioranza che dovrebbe sedere nei luoghi deputati a controllare e dirigere gli interventi per la salvaguardia della rete idrica nel nostro fragile territorio. Non può essere sempre colpa degli altri, quando si amministra si ha la responsabilità di attivarsi nelle sedi opportune facendo valere il peso “politico” di una Amministrazione. Ma questa parola non sembra gradita ai nostri amministratori e quindi la diversa impostazione nei metodi ha portato la minoranza a non aderire al documento così come è stato presentato all’approvazione del Consiglio Comunale.

– La minoranza ha manifestato approvazione per la presentazione di commenti al PIT della Regione Toscana da parte dell’amministrazione. In altri ambiti, e anche rappresentando ai cittadini gli argomenti affrontati tramite pubblica assemblea, la minoranza ha approfondito l’argomento e partecipato a incontri dove ha rappresentato direttamente all’assessore regionale competente anche le proprie osservazioni sulle rilevate criticità del documento.

Il Centro Sinistra per Pienza e Monticchiello continuerà nell’interesse di tutti i cittadini la propria azione politica aperta ad incontri ed approfondimenti in ogni contesto, non solo in ambito comunale ma anche  di aree limitrofe e ancora più vaste.